Caso tipo

Consumo occasionale accompagnato da problemi somatici

Dopo un lungo periodo senza alcun contatto, il signor M., 35 anni, si presenta improvvisamente allo studio medico per una consultazione. Lamenta disturbi cardiaci, più esattamente palpitazioni e, di sfuggita, dice di aver bisogno esami regolari delle urine poiché, fermato dalla polizia stradale per eccessiva velocità, ha dovuto sottoporsi a un controllo che ha rilevato il suo consumo di cocaina. Spiega che è un’abitudine che dura da anni, ma è solo occasionale e limitata ai fine settimana. Né il polso, né la pressione arteriosa né l’elettrocardiogramma presentano valori anormali.

Che cosa deve sapere il medico generalista

  • La persona che consuma occasionalmente vive gli aspetti stupefacenti positivi (senso di forza e di felicità), mentre è più raramente confrontata con quelli negativi (irrequietezza e ansietà, disturbi del sonno, irritabilità, paranoia, depressione). Di solito non aumenta la dose, ma tende a consumare più sovente. Generalmente, la quantità che assume non è eccessiva, ma per semplici motivi finanziari. Se la sua giornata trascorre normalmente, è meno incline al consumo. Può invece essere attirata dalla cocaina non solo per il piacere, ma anche per riuscire ad affrontare una situazione di stress, ad es. sul posto di lavoro.
  • Consumare cocaina occasionalmente senza subire conseguenze gravi (per la salute, per la propria situazione sociale) è possibile. Occorre distinguere tra questo tipo di consumatore e la persona dipendente da sostanze, che può anche essere completamente allo sbando. Un’altra distinzione importante è l’eventuale consumo combinato di eroina e cocaina.
  • Se la/il paziente afferma che la cocaina ha un effetto calmante, il medico dovrebbe considerare l’eventualità di un disturbo di tipo ADHD (sindrome da deficit di attenzione in età adulta, con o senza iperattività).
  • Il medico dovrebbe discutere con la/il paziente anche dell’eventuale consumo di alcol, che può avere una funzione scatenante.

Quale aiuto può offrire il medico generalista

  • Nel caso di disturbi somatici, il medico può informare sugli effetti collaterali del consumo di cocaina, che vanno dalla tachicardia all’irrequietezza, a disturbi più gravi (ad es. ansietà ma anche paranoia, pur se più raramente). Eccezionalmente, il consumo di cocaina può provocare un infarto, anche in persone giovani. L’inalazione (fumo) e soprattutto l’iniezione sono pericolose: l’afflusso all’organo effettore è più rapido e la fase depressiva è più abituale e più drastica. Ciò comporta un maggior rischio di sviluppare una dipendenza, mentre il dosaggio ha un’importanza secondaria.
  • Può eseguire un esame di base quale previsto per una persona che accusa problemi cardiaci (ipertensione arteriosa? coronaropatia?).
  • Se il medico intende accogliere la richiesta della/del paziente e predisporre esami periodici delle urine, occorre fissare di comune accordo appuntamenti regolari. Il medico dovrebbe chiedere di consultare la decisione emessa dai servizi della circolazione, per informarsi sulla frequenza di questi esami e la durata del periodo di controllo. Dovrebbe inoltre verificare se le autorità hanno intimato alla/al paziente di presentarsi presso un centro specializzato nell’aiuto alle persone con problemi di dipendenza.
  • Può discutere con la/il paziente, cercando di capire se occorre un aiuto supplementare, ad es. da parte di un centro come quello appena evocato. Se entrambi pensano che non sia necessario, il medico deve tuttavia ritornare su questa decisione nel caso in cui la/il paziente risulti positiva/o a un secondo controllo delle urine, ed esigere con fermezza che si rivolga a un centro specializzato.
  • Le persone che consumano esclusivamente cocaina reagiscono meglio a forme di terapia molto strutturate (condizioni quadro particolari, supporti specifici, coinvolgimento delle persone di riferimento, accompagnamento medico e psichiatrico, interventi basati su principi di teoria cognitiva). I centri specializzati forniscono le informazioni necessarie.
  • Queste pagine offrono indicazioni supplementari, elencate per ordine alfabetico nella rubrica a sinistra. Il nostro servizio di informazione Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. è volentieri a disposizione per rispondere a eventuali domande.

 

Impressum