Interazioni pericolose

Nota bene: la tabella non è esaustiva. Se un’interazione non vi figura, non significa che non sia pericolosa.

sostanza 1

+ sostanza 2

effeti

pericoli

ecstasy

anfetamina, cocaina, metanfetamina, A2, khat, CAT*

rilascio di una grande quantità di serotonina e dopamina nel cervello

overdose, elevata probabilità di danni cerebrali, “postumi” più lunghi, stati depressivi

ecstasy

LSD e funghi

rilascio di una grande quantità di serotonina e dopamina nel cervello

allucinazioni molto forti, stati ansiosi molto marcati, aumento della temperatura corporea, maggiore rischio di surriscaldamento e di collasso

ecstasy

farmaci antidepressivi, SSRIinibitori MAO**, litio, Aurorix©

rilascio di una grande quantità di serotonina nel cervello

sindrome serotoninergica (può avere esiti letali), convulsioni, crisi epilettoidi, collasso cardiocircolatorio

Viagra

ecstasy, anfetamina, cocaina

interazione sinergica che può provocare un improvviso e potenzialmente letale calo della pressione arteriosa, vasospasmi coronarici

stress eccessivo del sistema cardiocircolatorio, infarto cardiaco

ecstasy

m-CPP

interazione sinergica di cui non si conoscono ancora con precisione gli effetti

nausea, forte cefalea, stati depressivi,
convulsioni

ecstasy, cocaina, anfetamina

Alcol

stimolante e inibitorio nel contempo; dalla combinazione di cocaina e alcol si forma cocaetilene (sostanza tossica)

estrema disidratazione dell’organismo, surriscaldamento, ipertermia, aggressività; la sensazione di ubriacatura è smorzata e si rischia in tal modo un’intossicazione da alcol; comportamento a rischio (sessualità, circolazione stradale, violenza)

cocaina

anfetamina, khat, CAT*, metanfetamina

rilascio di una grande quantità di dopamina e noradrenalina nel cervello

stress eccessivo del sistema cardiocircolatorio, disturbi respiratori, aritmie cardiache, infarto cardiaco

cocaina

inibitori MAO**, betabloccanti, ketamina

forte aumento della pressione arteriosa

stress eccessivo del sistema cardiocircolatorio, infarto cardiaco

GHB

Alcol, ketamina, benzodiazepine, oppiacei, farmaci HIV***

interazione sinergica, con calo improvviso della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa

nausea, vomito, perdita di coscienza, pericolo di depressione o di arresto respiratorio (con conseguenze anche letali)

oppiacei

Alcol, ketamina, benzodiazepine, inibitori MAO

interazione sinergica, con calo improvviso della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa

perdita di coscienza, pericolo di depressione o arresto respiratorio (con conseguenze anche letali)

popper

Viagra

calo improvviso della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa

vertigini, perdita di coscienza, pericolo di depressione o arresto respiratorio (con conseguenze anche letali)

alcol

ketamina, benzodiazepine, GHB/GBL

interazione sinergica, amnesia, abbassamento della pressione arteriosa depressione respiratoria, coma; esiti anche letali! (morte per soffocamento indotta dalla posizione del corpo)

popper

ecstasy, canapa

forti disturbi cardiocircolatori

vertigini, aumento delle pulsazioni cardiache e della pressione arteriosa

alcol

caffeina (caffè, “energy drink”)

forti disturbi cardiocircolatori

sudorazione, vertigini, aumento della pulsazione cardiaca e della pressione arteriosa,  pericolo di disidratazione

canapa

alcol, anfetamina, ecstasy

interazione sinergica, con forti disturbi cardiocircolatori, aumento della temperatura corporea

vertigini, nausea, vomito, collasso cardiocircolatorio

canapa

sostanze psichedeliche, sostanze allucinogene

interazione sinergica

aumenta il pericolo di sviluppare una psicosi, disturbi deliranti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Note:
* Per informazioni sul CAT, cfr. metcatinone.
**Inibitori MAO: inibiscono l’azione degli enzimi monoamminossidasi, che metabolizzano le ammine biogene. In caso di inibizione delle monoamminossidasi, nell’organismo si accumulano i principi attivi normalmente decomposti dagli enzimi MAO (ad es. alcol, ecstasy, proteine nel cibo), con rischio di intossicazione.
***In caso di terapia antiretrovirale, un eventuale consumo di sostanze psicoattive va assolutamente discusso con il medico curante.
(fonte: www.Know-drugs.ch)

 

Impressum