Interventi di primo soccorso

  • Il consumo di droghe sintetiche è parte della nostra società. Contrariamente a quanto avviene con l’alcol, la cocaina (infarto miocardico, aritmia) o gli oppioidi, è raro che queste sostanze provochino intossicazioni gravi.
  • Per quanto concerne le droghe sintetiche, in Svizzera l’intervento medico di urgenza è sollecitato soprattutto per persone che hanno consumato cocaina (infarto), ecstasy e GHB/GBL.
  • È noto che la gamma di droghe ricreative sul mercato può variare molto velocemente, ed è raro poter essere assolutamente certi della loro composizione chimica.
  • Interventi generali:
    • calmare la persona parlandole con gentilezza;
    • chiederle che cosa ha consumato; informarsi chiamando eventualmente il 145 (risponde il picchetto del Centro svizzero di informazione tossicologica);
    • chiamare aiuto (al 144 rispondono i servizi di primo soccorso e il medico di picchetto);
    • isolare la persona dagli stimoli esterni eccessivi oppure trasferirla in un luogo calmo;
    • fare in modo che stia al caldo o possa respirare aria fresca e garantirle un apporto sufficiente di liquidi;
    • sorvegliarla e cercare di mantenerla cosciente.
  • In generale
    • Gestire le intossicazioni secondo le fasi previste dalla prassi medica d’urgenza (ABC primario e ABC secondario). ABC primario: ripristinare e mantenere le funzioni vitali (respirazione, sistema cardiocircolatorio). ABC secondario: cercare i segni clinici dell’intossicazione e la sospetta sindrome tossica (quadro sintomatologico).
    • Attenzione:
      • Non trascurare possibili lesioni e traumi concomitanti (cranio-cerebrali o dorsali)!
      • Tenere in considerazione la possibilità di un’intossicazione mista!
  • Interventi specifici
    • In caso di intossicazione problematica o protratta, è possibile prendere in considerazione diverse misure specifiche.
    • In caso di complicanze, fisiche o psichiche, dovute a consumo di anfetamina / metanfetamina (gli effetti di certi derivati dell’anfetamina possono durare fino a 24-48 ore!):
      • agitazione: eventualmente benzodiazepine
      • delirio: aloperidolo
      • tachicardia: alfa-bloccanti
      • ipertermia: garantire un apporto sufficiente di liquidi e ospedalizzare
    • In caso di complicanze, fisiche o psichiche, dovute a consumo di ecstasy:
      • garantire un apporto sufficiente di liquidi
      • controllo degli elettroliti
      • agitazione: eventualmente benzodiazepine
      • tachicardia: alfa-bloccanti
      • ipertermia: raffreddare con cautela, garantire un apporto sufficiente di liquidi e ospedalizzare
      • Un’intossicazione grave da ecstasy può essere accompagnata da iponatriemia (mancanza di sodio), ipertermia (aumento della temperatura corporea), SIADH (sindrome da inappropriata secrezione di ADH, ossia di ormone antidiuretico), sindrome serotoninergica (eccesso di serotonina nel cervello con sintomi vegetativi quali aumento della frequenza cardiaca, ipertensione, sudorazione, nausea, midriasi, ecc.), sintomi a carico del sistema nervoso centrale (acatisia, ossia impossibilità di stare seduti, allucinazioni, ipomania ecc.) e sintomi neuromuscolari (tremori, riflessi accentuati, crisi epilettoidi ecc.).
    • In caso di complicanze, fisiche o psichiche, dovute a consumo di popper:
      • trasfusione di sangue
      • blu di metilene in caso di metaemoglobinemia
    • In caso di complicanze, fisiche o psichiche, dovute a consumo di LSD:
      • non lasciare sola la persona
      • usare cautela nel toccarla
      • “talk down” (parlare di cose reali, tangibili)
      • se occorre, spostarsi in un luogo più idoneo all’assistenza
      • assicurare aerazione e idratazione
      • se la persona è molto agitata occorre somministrare benzodiazepine; se ciò non è sufficiente, o in caso di delirio / paranoia, occorre passare ai neurolettici (aloperidolo)
    • In caso di complicanze, fisiche o psichiche, dovute a consumo di GHB/GBL:
    • mantenere libere le vie respiratorie
    • se occorre, intubare (attenzione: l’intervento può rivelarsi rapidamente necessario!)
    • verificare le funzioni vitali
    • crisi epilettoidi: benzodiazepine, ospedalizzare
    • Il GHB/GBL porta sovente, dopo uno stato di estrema agitazione, a un coma labile, che può durare anche diverse ore!
    • Poiché il consumo regolare di GHB/GBL può indurre un’assuefazione fisica, tener conto di una possibile sindrome da astinenza sulla quale occorre intervenire farmacologicamente (attenzione: una sindrome da astinenza non trattata può provocare crisi epilettoidi!)

 

Impressum