Disintossicazione residenziale

Una disassuefazione può essere praticata sia in ambulatorio sia in regime residenziale. Alcuni pazienti hanno bisogno di un quadro del secondo tipo per riuscire ad aderire completamente alla terapia. Altri preferiscono invece mantenere le loro abitudini e condurre la loro vita di tutti i giorni. È possibile anche una forma mista dei due approcci.

Disintossicazione combinata all’assunzione di metadone (disintossicazione parziale)

Disassuefazione dal metadone in un quadro residenziale

  • Di regola, quando si pianifica di ridurre il metadone, i primi passi si compiono a livello ambulatoriale, in base alle possibilità del paziente.
  • Le difficoltà emergono sovente quando la dose passa sotto i 20 - 30 mg, e possono essere meglio superate in un quadro residenziale. All’occorrenza, si può prendere in considerazione di passare alla buprenorfina.
  • Occorre prevedere un periodo sufficientemente lungo. La riduzione va concordata tra il medico curante, il paziente e le altre istituzioni eventualmente coinvolte. Se si prevedono modifiche a questo programma, vanno dapprima discusse con tutti gli interessati.
  • Se la disassuefazione in un quadro residenziale è interrotta, bisogna fare in modo che la terapia sostitutiva a base di metadone possa continuare (attenzione: la soglia di tolleranza potrebbe abbassarsi).