Dispensazione di medicamenti per la TAO

  • La legge federale sugli agenti terapeutici (LATer) stabilisce che la prescrizione e la dispensazione di medicamenti devono rispettare le norme riconosciute delle scienze mediche e farmaceutiche (art. 26 LATer).
  • Lo stesso articolo stabilisce che un medicamento può essere prescritto soltanto se lo stato di salute del paziente è noto.

Accompagnamento del paziente e assunzione regolare

L’osservazione del paziente e la regolarità dell’assunzione sono due importanti parametri per valutare la sicurezza di una TAO.

Stato di salute del paziente

  • sintomi di intossicazione: sonnolenza, miosi, ipotensione, respirazione debole o irregolare, nausea
  • sintomi di astinenza: brividi, iperidrosi, tremore, rinorrea, lacrimazione, midriasi, diarrea, nausea, mialgie
  • sintomi di un possibile prolungamento dell’intervallo QTc: capogiro, nausea, sincopi, aritmie, dolori toracici, disturbi della respirazione.

Il farmacista deve prestare attenzione a eventuali sintomi di intossicazione o di stordimento che può presentare il paziente, eventualmente legati all’assunzione di sostanze. Se ha dubbi, prima della dispensazione prende contatto con il medico curante.
Se il medico non è raggiungibile, il farmacista può rinviare la dispensazione di qualche ora, fino a quando lo stato di salute del paziente la consenta. Eventualmente, può dispensare solo mezza dose.
Nella TAO di una persona dipendente da oppioidi, durante le prime settimane il farmacista deve prestare particolare attenzione ai sintomi di un eventuale iperdosaggio, poiché il rischio di accumulo è maggiore. Se teme un iperdosaggio, prima di proseguire la terapia deve assolutamente consultare il medico curante.

Informazioni dettagliate per stabilire la posologia

Vomito

Se il paziente vomita nei primi 15 minuti dopo la somministrazione, il farmacista può dispensare nuovamente l’intera dose. Se il paziente vomita tra 15 e 30 minuti dopo la somministrazione, il farmacista può dispensare nuovamente mezza dose. Se il paziente vomita dopo un intervallo di tempo maggiore, occorre dapprima eseguire una valutazione clinica. In generale si raccomanda prudenza. Rinviamo anche alle direttive del manuale TAO in caso di dipendenza dagli oppiacei (Società svizzera di medicina delle dipendenze, SSAM).

Dose persa o rubata

In generale, le dosi perse o rubate non sono sostituite senza l’accordo del medico curante. Se l’intervallo tra una somministrazione e l’altra supera 24 ore, l’emivita del metadone (25h) è comunque tale da non innescare sintomi di astinenza marcati.
Se il problema si presenta ripetutamente, è possibile prevedere nel contratto terapeutico una clausola che escluda la sostituzione della dose.

Interruzione e ripresa di una TAO

Per riprendere una TAO che è stata interrotta occorre dapprima che un medico valuti nuovamente la posologia.

Dispensazione urgente

A. Se un paziente sconosciuto chiede con urgenza la somministrazione di un TAO, il farmacista deve chiedere al medico che ha firmato la prescrizione di confermarla per iscritto e a voce, e di indicare il nome del paziente e la dose giornaliera in mg. Il farmacista verifica che il medico sia titolare di una autorizzazione all’esercizio della professione (ad es. controllando su www.medregom.admin.ch). Prima della dispensazione verifica inoltre l’identità del paziente.
B. Se un paziente sconosciuto chiede con urgenza la somministrazione di un TAO e il medico curante non è raggiungibile, andrà invitato a rivolgersi al pronto soccorso dell’ospedale più vicino.

 

Impressum