Gravidanza e allattamento

Gravidanza

  • I dati disponibili sono scarsi. Inoltre, non sono stati svolti studi clinici per verificare la sicurezza della somministrazione di metilfenidato durante la gravidanza.
  • Test di laboratorio danno il metilfenidato come probabilmente teratogeno nel caso dei conigli.
  • Il Compendio svizzero dei medicamenti raccomanda di non somministrare metilfenidato a donne incinte; se una paziente in età fertile riceve metilfenidato, è bene prendere in considerazione il ricorso a un contraccettivo.

Allattamento

  • I dati disponibili non sono sufficienti.
  • Secondo alcuni studi di caso, il metilfenidato passa nel latte materno e può raggiungere un rapporto latte/plasma di ca. 2.5.
  • Per decidere se interrompere la farmacoterapia o l’allattamento, si raccomanda di valutare i benefici per il neonato e per la madre.

 

 Impressum